Buon proseguimento

Tutto quello che mi sento di dire è già incluso nei versi di questa splendida canzone. Non serve aggiungere altro, se non augurarvi un anno di pace e serenità interiore, affrancato da ansie, risentimenti e accanimenti inutili. Un anno in cui vivere al meglio il tempo presente senza sprecarlo, senza disperderlo in mille rigagnoli ma concentrandolo, con rinnovato coraggio, nelle cose che stanno veramente a cuore. Quelle che magari si vorrebbero vivere o realizzare da tempo, quelle che sarebbero in grado di riconciliare con se stessi e gli altri, quelle che potrebbero riempire per davvero gli spazi ancora vuoti che ci portiamo dentro e soddisfare anche i sensi… Senza arretrare di fronte al primo ostacolo, senza demoralizzarsi al primo sbaglio, senza colpevolizzarsi per un motivo o l’altro, altrimenti è poi un attimo, ma davvero un attimo, ritrovarsi fra un anno con altri rimpianti per cose desiderate e perse… È un augurio che rivolgo anche a me stessa, colpevole per prima di aver sacrificato più volte l’occasione di mettermi in gioco, di concedermi nuove esperienze. Forse per paura, per inettitudine, per vigliaccheria… Tutte cose che adesso vorrei lasciarmi alle spalle, per andare con sguardo nuovo verso il mio futuro.

Un grande abbraccio a tutti.


Ticking away the moments that make up a dull day / You fritter and waste the hours in an off hand way / Kicking around on a piece of ground in your home town / Waiting for someone or something to show you the way / Tired of liyng in the sunshine staying home to watch the rain / You are youg and life is long and there is time to kill today / And then one day you find ten years have got behind you / No one told you when to run,you missed the starting gun;

Ticchettando via i momenti che riempiono un giorno noioso / Sciupi e sprechi le ore in una strada fuori mano / Gironzolando in un angolo della tua città / Aspettando qualcuno o qualcosa che ti mostri la via / Stanco di giacere nella luce del sole stando a casa a guardare la pioggia / Tu sei giovane e la vita è lunga e c’è tempo da ammazzare oggi / E poi un giorno trovi che hai 10 anni dietro di te / Nessuno ti dice quando correre, hai mancato lo sparo iniziale…

And you run and you run to catch up with the sun, but it’s sinking / And racing around to come up behind you again / The sun is the same in the relative way,but you’re older / Shorter of breath and one day closer to the heart /Every year is getting shorter, never seem to find the time / Plans that either come to naught or half page of scribbled / Hanging on in quite desperation is the english way;

E tu corri e corri per raggiungere il sole, ma sta tramontando / E correndo intorno per spuntarti ancora alle spalle / Il sole è relativamente lo stesso, ma sei più vecchio / Col respiro più corto e un giorno più vicino alla morte / Ogni anno diventa più corto, nessuno sembra trovare il tempo / Progetti che finiscono nel nulla o mezza pagina di righe scarabocchiate / Sopravvivere in una quieta disperazione è il modo all’inglese.

The time is gone the song is over, / Thought i’d something more to say / Home, home again I like to be here when I can / When I come home cold and tired / It’s good to warm my bones beside the fire / Far away across the field / The tolling of the iron bell calls the faithful to their knees / To hear the softly spoken magic spells;

Il tempo se n’è andato, la canzone è finita, / Pensavo di dover dire qualcosa di più. / A casa, di nuovo a casa, mi piace essere qui quando posso / Quando torno infreddolito e stanco / È bello scaldarsi le ossa accanto al fuoco / In lontananza, al di là del campo / Il suono della campana di ferro richiama il fedele ad inginocchiarsi / Per sentire le parole magiche pronunciate dolcemente.

(La traduzione è stata presa da questa pagina, dove si può leggere un breve commento sul significato della canzone)

Pubblicità

14 pensieri su “Buon proseguimento

  1. Sono talmente tante le occasioni di mettersi in gioco che è inevitabile mancarne minimo, ma minimo, una. La quale, non sapremo mai se era la più importante. Ah, ah, ah! (sta per risata sardonica)
    Il vecchio decrepito Guido ti fa i migliori auguri, tra questi, primo fra tutti, quello di sopravvivere.
    Un abbraccio e pudico bacio.

    Piace a 1 persona

  2. Renza

    Che bella espressione, Alessandra, uno sguardo nuovo verso il futuro. E come è necessaria, sia sul piano individuale – e ti auguro con tutto il cuore di virare verso i tuoi propositi- sia su quello collettivo. Siamo tutti piuttosto pessimisti, e manteniamo uno sguardo cupo verso il domani. Invece, cambiare sguardo- che non significa bendarsi gli occhi ma cominciare a guardare con occhi aperti il mondo- è importante, anche per uscire dallo stato di tristezza generale, un po’ bloccante . Quindi, come dice il Poeta, Coraggio, guardiamo e dunque facciamo.. Auguri, cara, per un cambiamento su tutti i fronti. Un abbraccio.

    Piace a 1 persona

  3. L’augurio più bello: non sprecare il tempo, la sola cosa che possediamo veramente! Usarlo in modo sensato e produttivo, ma soprattutto “pieno”, grandiosa utopia inseguita da pedagogisti e pedagoghi di tutti i tempi.
    E il brano dei Pink Floyd è una meraviglia, con la rabbia e la frustrazione che purtroppo tutti conosciamo, e poi quella chiusa fra ottimistica e magica…
    Accolgo le esortazioni, ricambio gli auguri e invio un fortissimo abbraccio!

    Piace a 1 persona

  4. Un caro augurio a te, Alessandra. Mi ritrovo in quello che hai scritto, ma penso faccia tutto parte di una di quelle ragioni di eterna insoddisfazione. E il tempo che passa non aiuta. Ad ogni modo, c’è poco da piangere sul passato, l’importante è impegnarsi a vivere intensamente.
    Un abbraccio

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.