Tag

,

youare_the_Best_CatrinWelzStein

You are the Best, Catrin Welz-Stein

La poesia. Pensate forse che sia una prerogativa solo degli adulti? Qualcosa che deve per forza scaturire da lunghe elaborazioni mentali o da un’intensa esperienza di vita? Da amori appassionati, da delusioni cocenti, da sofferenze catartiche, da illuminazioni di natura mistica? Oppure è qualcosa di innato, che ci portiamo dentro fin dalla nascita, che fa parte del nostro DNA unico e particolare? Dopo aver letto i bellissimi versi di questi tre fanciulli, giunti in finale nella sezione giovani al Premio Nazionale di Poesia La Rondine e “Fabrizio Vaccari” il 7 giugno 2014, evento organizzato ogni anno dal pregiato Gruppo Poesia 83 di Rovereto (TN), presieduto da Italo Bonassi, tendo a propendere per l’ultima ipotesi. L’arte – o meglio l’ispirazione – ce l’hai nel sangue, altrimenti è meglio che ti rassegni e ti dedichi ad altro.

Ecco, vorrei quindi chiudere il sipario sull’ultima pagina dell’anno ormai agli sgoccioli, che per me è stato letterariamente ricco di piacevoli scoperte, nuove amicizie e tante soddisfazioni, con le liriche dolci e cariche di belle speranze di questi tre adorabili ragazzini, che con la loro visione della vita così delicata e profonda mi hanno veramente riempito il cuore. Spero riescano a fare altrettanto con voi, con l’augurio a tutti di un anno migliore, foriero soprattutto di pace, amore e serenità.


IL VOLO

Volare, volare, volare.
Quanti ci hanno provato
nella distesa infinita
di un tessuto pregiato azzurro.

Azzurro, azzurro, azzurro.
Il colore della pace,
pace interrotta
da ali per viaggiare.

Viaggiare, viaggiare, viaggiare.
Con le ali ai piedi,
perché volare non è
solo un sogno.

Ma se è un sogno
ci voglio provare.

(1° Premio, Paolo Rizzolli, Lavis –Trento – anni 10)

SERA

Danzano gli ultimi raggi del sole
tra le foglie del lauro.
Il sole tramonta,
lascia posto al manto nero della notte,
su cui veglierà la tenue luna.
Un cespuglio di rose
dal color rosso rubino
emana nell’aria
un inebriante profumo.
L’aria calda che mi accarezzava
si trasforma in fresca brezza.
Un frullio d’ali,
un cinguettio sommesso:
sono gli uccellini
che tornano ai nidi.
E’ sera.
Torno anch’io
al mio nido.

(2° Premio, Aurora Hartner, Villalagarina –Trento – anni 10)

IL BLU DEL CIELO

Il blu del cielo è come un petalo di campanula
avvolto in un mantello azzurro
che vola sulla Terra dei Cieli
nello spazio finché non si sazia
dell’incomprensibile spazio nero in cui vola.

Ecco, dei prati, tutti scuri, in questa
notte selvaggia. Ah, ecco, all’orizzonte
una casa con le luci brillanti
come un’idea. Un lampione che trasmette
una lucina che luccica
come una stella vivace e lieta.

(3° Premio, Davide Vivaldi, Arco  –Trento – anni 10)

Ricordo a tutti gli interessati che c’è ancora tempo, fino al 14 marzo 2015, per partecipare alla prossima edizione del concorso di poesia La Rondine e Fabrizio Vaccari (XVII edizione), sia per quanto riguarda la sezione adulti (dai 17 anni in poi) che per la sezione giovani (fino a 16 anni). Per informazioni più dettagliate vi rimando a questo link

Annunci